Come perdere l’abitudine di procrastinare una volta per tutte!

smettere di procrastinare

Sei un procrastinatore seriale? Ti capita spesso di rimandare attività che giudichi noiose o difficili per poi trovarti con l’acqua alla gola il giorno della scadenza? Anche io ero così!

Ora sono un orologio svizzero, anzi ho tanto tempo libero che dedico a ciò che amo. E se stai tirando fuori scuse, per esempio quella che sei sommerso di lavoro, sappi che questo è l’atteggiamento del procrastinatore tipo. Perciò, prima diventi consapevole e prima potrai lavorare per perdere questa cattiva abitudine e diventare produttivo e felice.

Fatto? Hai acquisito un pizzico di consapevolezza in più? Allora puoi continuare a leggere!

Rimandare può nuocere gravemente te e chi ti sta intorno

La procrastinazione è un problema che ti porti dietro da una vita, ma prima di aiutarti ad abbandonare questa cattiva abitudine, voglio capire perchè lo fai. Ho pensato ad alcune possibili cause:

  • Cattiva gestione del tempo: ti capita spesso di lavorare fino a tardi, così ti concedi spesso delle pause, magari su Facebook e sullo smartphone. Così, il lavoro si accumula e a te sembra di averne sempre troppo. Ho parlato di questo argomento in un altro articolo, in cui do utili consigli per gestire al meglio il proprio tempo a lavoro e nella vita.
  • Mancanza di entusiasmo e volontà: il tuo lavoro non ti piace e non trovi la voglia o la motivazione per compiere un’attività o rispettare una scadenza. In questo caso è arrivato il momento di cambiare vita e iniziare a fare ciò che ami.
  • Alcune attività che fanno parte del tuo lavoro proprio non ti piacciono: in questo caso possiamo dire che ami il tuo lavoro, ma ci sono delle attività che ti annoiano o trovi troppo difficili. In questo caso c’è poco da fare: falle per prime, così te le toglierai di torno e potrai dedicarti successivamente a quelle più piacevoli. Sai come si dice? Prima il dovere e poi il piacere!
  • Paura di cambiare o semplicemente “fare”: spesso è lei, la paura, a bloccarci e farci rimanere nel limbo di una non-scelta. Così rimandiamo tutto, mettiamo la vita reale in attesa e sopravviviamo come in una sorta di apnea costrittiva che ci impedisce di raggiungere gli obiettivi. È proprio il tuo caso? Allora è il momento di agire.

Come ben sai, tutte le nostre azioni influenzano anche quelle degli altri, a meno che tu non viva isolato in una grotta. Perciò, probabilmente le tue mancanze danneggiano anche chi ti sta intorno: e questo è un motivo abbastanza valido per smettere di procrastinare, non credi?

Non disperare, voglio darti alcuni consigli per smettere di farlo!

Smettere di procrastinare: i miei metodi pratici

La prima cosa da fare è un passo: sì, un solo passo. Muoviti insomma. Fai un passo alla volta e ti accorgerai di aver fatto tanta strada. Ma se continui a star fermo e pensare, magari pianificando il cambiamento nei dettagli, allungherai ulteriormente i tempi e tutto rimarrà uguale. Ti serve una scrollata, una mossa, un passo!

Il secondo consiglio è quello di non ingigantire la situazione. E questo avviene se ogni giorno pensi e ripensi a quell’attività, a quella scadenza, a quell’appuntamento o lavoro. Ogni giorno che passerà quello ti sembrerà sempre più difficile da affrontare. Ridimensiona la situazione e affrontala: ti accorgerai che stai calciando un sassolino e non un masso impossibile da spostare!

Il terzo consiglio è il più duro di tutto e consiste nel prendere una decisione. Spesso, il problema è tutto lì, ma una volta che avrai deciso cosa fare tutto sarà in discesa e tu non dovrai più rimandare alcunché.

Hai bisogno di qualcuno che ti aiuti a intercettare l’obiettivo e raggiungerlo senza procrastinare? Io vorrei conoscere la tua storia e sapere cosa ti blocca. Potrei davvero aiutarti ad uscire da questa situazione. Parliamone

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

viviana-rilla-conta-il-come[1]

Viviana Rilla

Conosciamoci.

Scopriamo insieme come migliorare la tua anima, la tua vita e le tue performance.

Articoli simili

scegli di essere diverso 2

Come navigare l’Odissea Sociale

Navigare l’Odissea Sociale: Affrontare l’Odio con Compassione Viviamo in un’era in cui i social media ci connettono, ma talvolta l’oscurità dell’odio mina il tessuto delle nostre relazioni online. L’odissea dell’odio...

Continua a leggere

foto-mia-leggerezza

La leggerezza del lasciar andare.

Cosa succede quando restiamo ancorati a pensieri e schemi del passato? “Ci sono due modi di ignorare le difficoltà della vita: uno è quello di credere che nulla sia meraviglioso,...

Continua a leggere

obiettivi 2023

2023 Una nuova avventura!

2023 Una nuova avventura! D’altronde la vita è così, un’avventura da vivere consapevoli che non sappiamo cosa sarà. Penso sia questo il giusto atteggiamento che ci permette di rimamere curiosi,...

Continua a leggere

Progetto-senza-titolo-1

Come aumentare la produttività dei propri dipendenti

Questo è un tema che riguarda tutti gli imprenditori che cercano di motivare i dipendenti per migliorare le performance e aumentare la produttività. Ma quali sono le possibili soluzioni? Talvolta...

Continua a leggere

Quando il capo non sa cosa succede nella sua azienda

Competenze per essere un leader. Leggendo la storia di Mark Costa, amm.re delegato della Eastman Chemical Company, grandissima multinazionale, sono rimasta colpita da una sua dichiarazione riguardante la più grande...

Continua a leggere

IMG-20190611-WA0005

Alla ricerca dell’identità.

Viaggio attraverso le immagini per scoprire chi sono e di cosa mi occupo professionalmente. Si parla tantissimo di identità. Viviamo un momento in cui, se non hai una tua identità...

Continua a leggere

Sono qui per te

Se hai bisogno di aiuto non esitare a scrivermi un messaggio.

Puoi scrivermi anche su